lunedì 4 marzo 2013

Nella IV Circoscrizione Estera solito copione, soliti vincitori della lotteria.

 
Anche questa volta è stato impossibile battere la sinistra che si avvale delle numerose reti dei sindacati, quelle dei patronati, ma anche di altre organizzazioni ben radicate come la Filef (Federazione italiana lavoratori e famiglie) che mettono a disposizione centinaia di volontari per contattare telefonicamente gli elettori. Queste “ramificazioni” territoriali non si possono improvvisare in due/tre settimane di campagna elettorale. Al centrodestra manca quest’organizzazione, chi può raccogliere i voti che servono per vincere? Eppure c’e’ un mezzo efficace per raggiungere le migliaia di elettori. Chi ha organizzato  la campagna elettorale ad Ivano Ercole ha completamente ignorato “Internet”. E’ stato preferito il “vecchio” metodo, ormai non più efficace, dei “pranzi” o delle “cene” conviviali dove si raggiungono appena poche centinaia di elettori. Con un’intelligente, ben “congeniata” e “martellante” campagna “Internet” piena di “contenuti”, Sharon Nizza, la candidata del Pdl residente in Israele, ha potuto raggiungere molti elettori ottenendo ben 4381 preferenze, risultando quarta tra i candidati più votati (8336 Fedi, 6978 Giacobbe, 5426 Cossari), un risultato “strabiliante” perché ottenuto “soltanto” con voti “genuini”. Se poi non le fosse stato “impedito” (da “sciocche” beghe interne del Pdl) di farsi pubblicità su “Il Globo”, “La Fiamma” e alla radio, quanto tutti gli altri candidati ne hanno abbondantemente usufruito, avrebbe certamente conseguito un risultato “sorprendente”. E il risultato sarebbe stato molto “importante” se uno sciopero delle poste in Sud Africa, dal 12 febbraio (ancora in atto), non avesse bloccato la consegna ai consolati di circa 15mila schede “falsando” del tutto l’esito elettorale della IV Circoscrizione considerato che la stragrande maggioranza degli elettori sono di centrodestra. Complessivamente, in tutte le quattro circoscrizioni estere, come anche in passato, sono state segnalate alcune schede “sospette” perché all’apparenza compilate dalla stessa mano. Non è mancata la compra/vendita delle schede. Sono state anche riscontrate schede “contraffatte”. E’ stato redatto un “esposto” alla Procura, e si spera nell’efficienza dei carabinieri che sono intervenuti e che hanno confermato di aver rilevato schede palesemente “false” molto “simili” all’originale a Castelnuovo dove si è tenuto lo spoglio della IV circoscrizione Africa, Asia, Oceania, Antartide. Si spera che venga fatta rapidamente chiarezza sulla vicenda.


Nessun commento: