sabato 26 maggio 2018

I giornali tedeschi contro Savona. Salvini: “Al Tesoro amico di Berlino? No grazie”

Focus
Matteo Salvini
L’attacco della stampa tedesca scatena la replica del leader del Carroccio che su Savona non sembra aver cambiato idea
 
E’ un weekend di fuoco per i governo Conte. Il nome di Paolo Savona, che la Lega vorrebbe al ministero dell’Economia, sta creando più di un problema al premier incaricato.
Oggi alcuni giornali tedeschi hanno dedicato ampio spazio all’economista euroscettico che potrebbe finire a dirigere il dicastero di via XX settembre. Commenti che non sono piaciuti al leader della Lega Salvini che si è sfogato su Faceboook: “Giornali e politici tedeschi insultano: italiani mendicanti, fannulloni, evasori fiscali, scrocconi e ingrati. E noi dovremmo scegliere un ministro dell’Economia che vada bene a loro? No, grazie! #primagliitaliani”.

L’attacco della stampa tedesca

“L’Italia vuole un nemico della Germania al governo”, scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung. Mentre Bild paragona Savona a Yanis Varoufakis, “che nel 2015 portò l’eurocrisi ai massimi livelli innervosendo tutta Europa”. Sueddeustche Zeitung scrive che “mai prima d’ora un presidente della Repubblica è stato messo cosi’ sotto pressione come in questi giorni dai due partiti”, che dovranno governare. “Si ostinano sul nome dell’eurocritico radicale Paolo Savona”, spiega il giornale.
Una serie di commenti, dunque, che si aggiungono al già durissimo attacco arrivato ieri dal Der Spiegel contro “gli scrocconi di Roma“. Secondo il settimanale tedesco “il nuovo governo promette agli italiani il paradiso in terra”, ma vuole far pagare il conto ai vicini anche se non è certo un paese povero, scrive il giornalista Jan Fleischauer, ricordando che il contratto stipulato fra Lega e M5S prevede di chiedere alla Bce il condono di 250 miliardi di debiti.

Nessun commento: